Maxi operazione antipirateria: 46 portali Torrent sequestrati Print

Ieri la GdF ha sequestrato 46 portali specializzati nel traffico dei film pirata. Si tratta della più vasta operazione mai avvenuta in Italia.


Ieri la Guardia di Finanza ha compiuto la più grande operazione antipirateria mai effettuata in Italia. A darne notizia è stato l'avvocato IT Fulvio Sarzana, spesso coinvolto in prima persona per le sue competenze giuridiche in ambito digitale. Si parla complessivamente di 46 tra portali Torrent, siti di streaming e forum. Osservatorio censura ha pubblicato la lista completa e come categoria ha indicato "Portali di link" con un riferimento esplicito al network "Film per tutti".

L'ordine di blocco è stato emesso dal Giudice per le indagini preliminari di Roma e su richiesta della procura della Capitale. L'ipotesi di reato è violazione dell'articolo 171 ter, comma 2, della legge 633 1941, quindi la norma sulla "Protezione del diritto d'autore e di altri diritti connessi al suo esercizio".

Film per tutti

Tutti i sequestrati avrebbero messo a disposizione link per download o streaming di film pirata, per di più a scopo di lucro considerata la presenza di campagne pubblicitarie e di un sistema di donazioni. Da rilevare che queste attività di solito rendono diverse migliaia di euro al mese in relazione al traffico generato.

"Non viene contestato ai titolari dei portali il reato di ricettazione che, nell'ultimo anno, aveva trovato ingresso in alcuni provvedimenti di sequestro preventivo attinenti il diritto d’autore", spiega l'avvocato Sarzana. "Allo stato attuale l’azione non sembrerebbe essere stata sollecitata dalle Associazioni a tutela del diritto d'autore".

Al momento alcuni siti sono ancora raggiungibili, mentre in altri è già in evidenza la scritta "Sito sottoposto a sequestro" e altri ancora risultano scomparsi. I provider nelle prossime ore procederanno con l'oscuramento.